Ed ecco la scuola riaperta!

Prime immagini della scuola di Masaka con gli allievi dopo 8 mesi di chiusura! Inizialmente sono presenti solo i ragazzi dalla quarta elementare in avanti, le altre riaperture avverranno nelle prossime settimane secondo le direttive del governo.

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Ed ecco la scuola riaperta!

Riapertura scuola

Finalmente!

Dopo ben otto mesi di chiusura il ministero dell’educazione rwandese ha dato il via libera per la riapertura delle scuole. 

Negli scorsi giorni un’ispezione ha controllato che tutti le richieste igienico – sanitarie fossero messe in atto per dare l’autorizzazione ufficiale anche alla nostra scuola. Si è trattato di dar seguito ad un corposo e dettagliato documento.

Lunedì prossimo la Scuola San Vincenzo Pallotti di Masaka potrà finalmente accogliere, anche se non a pieno regime, i suoi allievi. La riapertura voluta dal governo sarà infatti parziale e a tappe che, porteranno a gennaio 2021 ad avere il pieno organico con Asilo, Elementari e Medie. 

Per tutti l’anno riprenderà da capo, essendo stato annullato quello interrotto a marzo. 

Per allievi, docenti e personale si conclude (speriamo definitivamente) un periodo molto difficile a livello sociale ed economico. Essendo la nostra una scuola privata non abbiamo ricevuto nessun aiuto dallo Stato e sono mancati pure gli unici introiti delle rette scolastiche. I nostri docenti hanno fatto grandi sacrifici venendo pagati solo in piccola parte. 

In questo senso è per noi motivo di grande soddisfazione constatare come la generosità di Istituzioni e Privati ci abbiano permesso di affrontare questi mesi che, possiamo solo immaginarlo, sono stati davvero complicati per tutti (e non solo a Masaka!)

Vogliamo, con queste immagini della scuola pronta  a ripartire, ringraziare tutti coloro che sono stati vicini al nostro progetto di collaborazione e amicizia con la comunità di Masaka. Senza la dimostrazione di solidarietà ricevuta, ben difficilmente si sarebbero trovate la forza ed i mezzi per continuare. 

Un grazie anche ai colleghi di Masaka che hanno tenuto duro, convinti e determinati, resistendo magari ad allettanti ed effimere sirene di scuole cittadine più ricche (e con disponibilità di finanziamenti molto più ingenti). 

Un ultimo appunto per quanto riguarda la situazione sanitaria attuale in Rwanda: i dati ufficiali di ieri (non saprei quanto realmente attendibili) parlano di circa 10 contagi al giorno con 35 decessi in totale da marzo. Se così davvero fosse le rigide disposizioni (quarantena dalle 8 di sera alle 6 di mattina, spostamenti vietati fra regioni, bar e ristoranti chiusi e appunto scuole chiuse) sembrano essere efficaci perlomeno a livello sanitario. Perché a livello sociale ed economico si apre tutto un altro discorso..

 

 

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Riapertura scuola

Donazione dipendenti comune di Capriasca

La nostra Associazione ha avuto il grande onore di essere stata scelta dalla Commissione del personale del comune di Capriasca per essere beneficiaria di un’azione spontanea di  donazione da parte dei dipendenti del comune.  Grazie alla loro generosità abbiamo ricevuto ben 4.900 franchi che verranno utilizzati soprattutto per garantire il nutrimento dei bambini indigenti della nostra scuola e per garantire un minimo di salario ai docenti per permettere loro di far fronte almeno alle necessità di base.

L’associazione Manishimwe e la comunità di suore Pallottine di Masaka ringraziano davvero di cuore per questo generoso e commovente gesto in un momento nel quale tutti noi abbiamo incontrato delle difficoltà. 

Di seguito l’articolo tratto dal Corriere del Ticino del 14 luglio 2020 e la lettera di ringraziamento scritta dalla direttrice della scuola Suor Cécile. 

 

 

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Donazione dipendenti comune di Capriasca

Aggiornamento urgente da Masaka

Cari amici di Manishimwe,

in questo periodo di rapidi mutamenti anche per quanto riguarda la situazione in Rwanda, eccomi di nuovo con un aggiornamento di quanto sta succedendo nel paese e, nello specifico, nella nostra scuola. A tutt’oggi si contano circa 500 casi di coronavirus in Ruanda. Anche se la situazione non sembra per fortuna ancora essere esplosa, il governo ha comunque deciso di annullare l’anno scolastico. Questo per prevenire un massiccio aumento di casi che non potrebbero in nessun caso essere gestiti dal loro sistema sanitario. Questo significa che gli allievi che hanno cominciato l’anno scolastico a gennaio, se lo vedono di fatto cancellato e dovranno, l’anno prossimo, ricominciare da capo. La differenza è che, data l’emergenza, verrà anticipato il progetto che già era in cantiere di portare l’anno scolastico da settembre a giugno, proprio come avviene da noi. Si spera di potere effettivamente iniziare nuovamente la scuola a settembre. Questo porta però ad una grossa problematica, la nostra scuola, non ricevendo i pagamenti delle rette da parte degli allievi a partire dal mese di Marzo, cioè da quando le scuole sono state chiuse, si trovano in mancanza di liquidità e quindi nell’impossibilità di pagare gli stipendi ai propri impiegati, docenti e personale d’appoggio. Questo porta a una duplice problematica, da un lato la situazione personale di ogni singolo impiegato che non sta ricevendo lo stipendio, dall’altro Il rischio che arrivino altre scuole molto più ricche di città (e con finanziamenti molto maggiori) a portarci via i docenti più bravi pagandoli molto di più. Per fortuna possiamo contare su uno zoccolo duro di docenti che ha completamente sposato la filosofia della scuola e che sta, in maniera encomiabile, tenendo duro. Come potete vedere sul nostro sito www.manishimwe.ch, anche alla scuola di Masaka si sta procedendo all’insegnamento a distanza. È però evidente che i docenti non possono restare a lungo senza stipendio. Proprio negli scorsi giorni è emersa pressante la necessità di avere liquidità per permettere loro di far fronte ai bisogni primari (cibo e casa). Diversi hanno già ricevuto una notifica di sfratto se non saranno in grado di procedere al pagamento dell’affitto (non più di 30 chf mensili!) nelle prossime settimane. Per questo motivo abbiamo deciso di compiere un ulteriore sforzo  con la nostra associazione . Dando fondo agli ultimissimi soldi rimasti nel conto, abbiamo versato 2000 € per far fronte alle spese più urgenti per evitare che molti impiegati restassero senza abitazione. Non dobbiamo dimenticare che la qualità della scuola è dovuta soprattutto al loro grande impegno, dobbiamo quindi far di tutto per far sì che restino con noi e che possano mantenere una vita sì povera ma dignitosa: ricordo che stiamo parlando di stipendi di circa 100 franchi mensili quando le altre scuole private (finanziate da ricchi e per allievi ricchi !) pagano anche quattro volte di più. Continuo a ricordarlo perché per noi è un punto fondamentale: la maggior parte degli allievi della nostra scuola proviene da famiglie indigenti!

Altro grande problema di questi giorni è il fatto che, per la maggior parte dei nostri allievi, il pasto distribuito nel corso della giornata, cioè la porzione di bouilli (un alimento molto nutriente a base di sorgo) è da considerarsi l’unica fonte sicura di nutrimento nel corso della giornata. Questo evidentemente non è stato arrestato: la scuola continua a preparare e distribuire questa importante fonte di sostentamento per i nostri allievi. Per migliorare e velocizzare questa preparazione, circa 500 l al giorno, è stato acquistato con il contributo (versato a marzo) di Manishimwe, un grande calderone a legna, con l’obiettivo appunto di non lasciare i bambini senza nutrimento. Allego la lettera di suor Cécile, la direttrice della scuola, che ben illustra l’importanza di questa offerta da parte della scuola.

Finora gli obiettivi erano stati raggiunti, grazie ad un’ottima gestione da parte delle suore di Masaka. Li ricordo brevemente:

  • Autofinanziamento della scuola attraverso le rette e le attività in proprio.

  • Permettere a tanti bambini indigenti (più di mille allievi attualmente) di avere un’educazione di qualità in un contesto rurale.

Questa situazione viene adesso a complicare di molto le cose…

Ancora una volta vi ringrazio per la vostra attenzione, come sempre ritengo doveroso informare in maniera trasparente e il più precisa possibile su quanto sta avvenendo a Masaka.

Vi allego due testi di Suor Cecile e le fotografie del nuovo calderone, mi scuso per la qualità, mi sono stati inviati tramite whatsapp. Allego poi anche un documento che mostra come sono stati suddivisi i 2000 euro appena inviati (per facilitare la lettura: 1000 franchi rwandesi sono circa 1 franco svizzero).

Un caro saluto a tutti.

Giacomo

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Aggiornamento urgente da Masaka

Importante acquisto

Ecco un esempio di come la scuola di Masaka si occupa dello sviluppo dei suoi allievi a 360° con il contributo di Manishimwe.
Uno dei valori aggiunti della scuola è quello di offrire a tutti gli allievi la possibilità di avere una certezza alimentare attraverso il porridge, nutriente bevanda a base di sorgo. In questo periodo, che vede la scuola chiusa almeno fino a settembre per contrastare l’emergenza coronavirus, la preparazione e distribuzione del porridge sono comunque garantite. A questo scopo è stato acquistato un nuove enorme calderone a legna che permette, in tempi più veloci, di prepararne circa 500 litri al giorno! In queste immagini, la direttrice della scuola Suor Cécile mostra il nuovo acquisto:

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Importante acquisto

La scuola di Masaka in video lezione!

Ciao a tutti, è stata purtroppo confermata la cancellazione dell’anno scolastico 2020, in pratica gli allievi di tutti i gradi scolastici del Rwanda non avranno più lezioni in presenza fino ad ottobre.

Chi aveva iniziato, ad esempio, la prima elementare, ricomincerà il prossimo anno la stessa classe. Se tutto andrà come previsto, l’inizio dell’anno scolastico sarà anticipato ad ottobre e verrà presa l’occasione per mettere in atto una riforma già prevista e programmata del calendario per portarlo, come da noi, da settembre a giugno. 

Nel frattempo, i docenti della nostra scuola, si sono attivati per realizzare delle video lezioni. Evidentemente non tutti gli allievi hanno i mezzi per poterle seguire e questo non farà altro che aumentare le già grandi differenze sociali.

È bello ed emozionante per noi vedere i maestri di Masaka in azione e ci permette di avere una buona idea del loro modo di lavorare ed insegnare. 

Ecco quindi il link della pagina youtube che raggruppa alcune video lezioni da Masaka. 

https://www.youtube.com/channel/UC0E3LUtT3jGkUR_ZhkKYQtQ/videos

 

 

 

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su La scuola di Masaka in video lezione!

Paesaggio Masaka

Su Facebook ho trovato questo stupendo video che mostra il decollo di un aereo da Kigali e che sorvola la regione di Masaka: da 2’22” a 3’30” si può ammirare il paesaggio di Masaka ed anche, come evidenziato nell’immagine, la nostra scuola!

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Paesaggio Masaka

Covid – situazione a Masaka

Cari amici di Manishimwe,

mi permetto raggiungervi con questo scritto di aggiornamento sulla situazione a Masaka.

Sono in costante contatto, ed ho appena avuto una nuova lunga chiacchierata, con la direttrice della scuola Suor Cécile che mi informa ampiamente su quanto sta avvenendo in Rwanda.

Il paese è stato, al momento, relativamente poco toccato dal covid: circa 300 casi e nessun decesso!  Non oso immaginare cosa potrebbe succedere se vi fosse una tasso di contagi più alto! Se il nostro sistema sanitario è stato messo sotto pressione, figuriamoci in un paese molto debole da questo punto di vista. Anche lì, come da noi, sono in ogni caso in vigore misure restrittive per evitarne una più ampia diffusione: servizi limitati allo stretto necessario, trasporti pubblici vietati, moto-taxi fermi e, per quel che riguarda il nostro progetto, scuole chiuse da circa due mesi. E chiuse resteranno almeno fino a settembre. Calcolando che in Rwanda l’anno scolastico va da gennaio a novembre, appare facile immaginare che verrà annullato, con tutte le problematiche del caso. Ne elenco qualcuna ben conscio che la problematica riguarda tutto il mondo e non elementi specifici del Rwanda. Non credo però di sbagliarmi nel dire che se da noi la gravità della situazione è 10, nella realtà africana è moltiplicata di molto. Insomma, problematiche come quelle che conosciamo noi ma in un contesto socio – economico e sanitario già di per sé fragilissimo.

  1. solo nella nostra scuola circa mille allievi si troveranno per mesi senza un’occupazione. Ricordo che per molti di loro la scuola è l’unico punto di riferimento sia educativo sia di sostentamento.
  2. Accesso alla scuola a distanza: impossibile pensare che tutte le famiglie abbiano i mezzi per accedere a questo strumento che comunque viene offerto anche a Masaka attraverso la piattaforma Teams. I docenti sono stati formati a tal proposito ma, per gli allievi, come è pensabile che questo avvenga?
  3.  74 impiegati (fra docenti, bidelli, segretariato e guardiani) rischiano di trovarsi senza stipendio nel giro di poco tempo. Siamo una scuola privata: senza le entrate delle rette scolastiche (che, giova ricordarlo, sono pagate al 100% da meno di metà degli allievi proprio perché era ed è nostro obiettivo essere scuola aperta anche e soprattutto per i più indigenti) vengono a mancare le risorse per pagare  i salari: cioè circa 30.000 Rwf (33 chf) per un operaio e fra i 80.000 e i 120000 Rwf  (88 – 112 Chf) per un docente. Per il momento accettano di lavorare nell’incertezza ma, ed è comprensibile, non è scontato!

 

Ecco riassunte in poche righe le grandi difficoltà che stanno vivendo a Masaka.

Per quanto riguarda invece noi, come associazione Manishimwe,  abbiamo appena inviato 5000 Euro per le spese immediate ma ora la nostra cassa è quasi vuota: per questo periodo avevamo previsto una serie di attività per raccogliere fondi a favore della scuola. Ne elenco qualcuna:

  1. Concerto del coro Cantoria di Giubiasco in chiesa a Tesserete
  2. Associazione partner della Stralugano
  3. Collaborazione con altre associazioni per la manifestazione #agranvoce:diritti
  4. Viaggio estivo in Rwanda per, fra l’altro, portare del materiale per i nostri mercatini.

Per una piccola associazione come siamo noi erano attività fondamentali per finanziare il progetto. Sono conscio che questo vale per noi come per mille altre attività. Non è per nulla una consolazione: anzi… al bambino senza scuola e, in più con la fame, non porta a niente questa considerazione!

Mi resta nel cuore solo una consolazione; la frase che mi ha detto Suor Cécile quando ci siamo salutati dopo più di un’ora al telefono: “l’aver condiviso le preoccupazioni mi ha alleggerita”.  Anche solo per questo vale la pena insistere con il nostro lavoro!

Vi ringrazio per l’attenzione! Mi sembrava doveroso aggiornare chi ci ha sempre supportati con tanta generosità su quanto sta avvenendo.

Un cordiale saluto a tutte/tutti voi con l’augurio di tanta serenità in questo difficile momento!

Per l’associazione Manishimwe.

 

Giacomo

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Covid – situazione a Masaka

STRALUGANO – 4Charity – 17 MAGGIO

La nostra associazione ha il piacere e l’onore di essere inserita fra quelle supportate dal programma 4Charity nell’ambito della corsa STRALUGANO.
https://stralugano.ch/4charity
L’attività 4Charity, una passeggiata non competitiva di 5 km sul lungolago di Lugano, sostiene varie associazioni benefiche. Per donare la vostra tassa d’iscrizione all’associazione Manishimwe (25.- adulti, 10.- bambini) basta indicare la preferenza al momento dell’iscrizione.
Un bel modo per aiutare i nostri più di mille allievi della scuola di Masaka!

Grazie di cuore al comitato di organizzazione della STRALUGANO per la generosa disponibilità.

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su STRALUGANO – 4Charity – 17 MAGGIO

Concorso I DIRITTI DEL BAMBINO SECONDO ME

Concorso DIRITTI DEL BAMBINO SECONDO ME
Un interessante concorso creativo per i nostri bambini e ragazzi promosso da più associazioni in collaborazione fra le quali, ci siamo anche noi

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Concorso I DIRITTI DEL BAMBINO SECONDO ME