25 marzo 2017

Assemblea 2017

di giacomob — Categorie: Senza categoriaCommenti disabilitati

 Lugaggia, 24 marzo 2017

A tutti i soci dell’ Associazione Manishimwe

 

Cari Soci,

con la presente comunichiamo che l’ASSEMBLEA ORDINARIA dell’Associazione Manishimwe si terrà

 

Martedì 4 aprile

alle 20.30

presso la sede del 2° ciclo delle scuole elementari

 di Tesserete

 

Ordine del giorno

  • Nomina Ufficio presidenziale
  • Relazione del Presidente
  • Presentazione stato attuale del progetto
  • Resoconto finanziario
  • Modifica statutaria
  • Nomine statutarie
  • Eventuali

 

Nella speranza di incontrarvi in quest’occasione, porgiamo cordiali saluti e rinnoviamo i ringraziamenti per la fiducia e l’appoggio.

Per l’Associazione Manishimwe

Il Presidente                                                        La Segretaria

G.  Baruffaldi                                                       N. Wuethrich

2 marzo 2017

Masaka, febbraio 2017

di giacomob — Categorie: Senza categoriaCommenti disabilitati

Cari amici di Manishimwe,

rieccomi a voi da Masaka.

Da noi c’è il detto: marzo tempo pazzerello, oggi piove domani è bello! Direi che questo vale anche per il Rwanda. Ieri diluviava (che benedizione data la mancanza d’acqua) e faceva freschino, oggi c’è un sole… africano.

Sto scrivendo dal locale segreteria della scuola elementare e sono piacevolmente disturbato da un sottofondo di rumore di cantiere!

Dunque, facciamo un piccolo passo indietro…

A fine luglio, al momento di rientrare a casa dopo la solita visita estiva a Masaka, si diceva: speriamo che il cantiere possa iniziare per tempo, in modo da terminare la costruzione della scuola Media entro febbraio 2019 per dare la tanto auspicata continuità ai ragazzi.

Bene, oggi si dice: fra un paio di mesi la scuola sarà terminata, proprio in questo momento stanno posando le lamiere sul tetto!

Cosa è successo nel frattempo?

Facile dire un miracolo… In realtà però non è così. La determinazione, la volontà, la motivazione hanno portato ad una netta accelerazione del progetto. In più, ed è l’elemento decisivo, il contributo di alcune associazioni ha portato ad avere le garanzie finanziarie necessarie per il completamento dell’opera.

Va detto, con orgoglio, che Manishimwe da sola partecipa al finanziamento di circa il 50% del progetto.

Non è cosa da poco. È non è da poco il lavoro di raccolta fondi che dobbiamo svolgere! Ma ecco qui, visibile davanti a me, la fonte di motivazione. Ci aspetta ancora molto da fare, in Rwanda e in Svizzera. Sono però sicuro che quanto sta accadendo proprio ora sotto ai miei occhi vale la pena di essere sostenuto.

 Forse vale la pena dare qualche numero per rendere l’idea dello sviluppo che il progetto sta avendo.

La scuola elementare ha iniziato le sue lezioni 4 anni fa in uno spazio provvisorio con 50 allievi. Due anni fa è stata inaugurata la nuova sede che ospitava al momento 191 allievi.

Ora, a marzo 2017 siamo a 410 allievi suddivisi su 12 classi! Calcolando anche la scuola dell’infanzia, in tutto vi sono 740 bambini!

Quest’anno abbiamo dovuto triplicare le classi dalla 1a alla 3a elementare per non avere un numero eccessivo di allievi per classe. Questo significa più bisogno di spazio, più insegnanti, più costi. Ma come potrebbe una scuola che si propone con una filosofia di carità, rifiutare l’iscrizione di bambini, anche di quelli non in grado di pagare la retta?

 Bisogno di spazio dicevo, infatti per far posto alle aule di classe si sono dovuti sacrificare provvisoriamente tre locali importantissimi: l’aula-museo, l’aula creativa e la biblioteca. Ma la soluzione è già in fase di arrivo. Come si può vedere in una delle immagini allegate, la costruzione di piccoli e bellissimi bungalow permette di ovviare a questa momentanea mancanza. Devo anche dire che esteticamente sono proprio carini…

Fra qualche minuto sarà il momento del porridge, l’alimento dato a tutti i bambini durante la mattina. Ogni giorno ne vengono preparati 400 litri (!!) e già dalla sera prima bisogna cominciare ad accendere il fuoco per la cottura.

Grazie a tutti per il sostegno che state dando a questo progetto, come sempre è un piacere da parte mia aggiornarvi su quanto sta succedendo qui a Masaka.

 Giacomo

 

13 gennaio 2017

Il cantiere avanza!

di giacomob — Categorie: Senza categoriaCommenti disabilitati

IL CANTIERE DELLA SCUOLA MEDIA PROCEDE VELOCEMENTE!

26 novembre 2016

Cantiere Scuola Media

di giacomob — Categorie: Senza categoriaCommenti disabilitati

Il 17 novembre è iniziato il cantiere per la Scuola Media!
Da Masaka ecco le prime immagini del cantiere per la costruzione della nuova sede di Scuola Media. 
Un altro sogno che si sta realizzando!

Ecco anche i disegni della scuola una volta terminata. 

La struttura si collegherà alla già esistente scuola elementare tramite una passerella al 1° piano.

7 agosto 2016

Ahisisoh Art

di giacomob — Categorie: Senza categoriaCommenti disabilitati

Ahsisoh Caleb è docente presso la scuola elementare San Vincent Pallotti di Masaka.

Questi sono alcuni dei suoi dipinti.

Chi fosse interessato all’acquisto può contattare l’associazione Manishimwe! 

IMG_20160728_084330

 

 

 

 

18 maggio 2016

Aperta la fiera del libro

di giacomob — Categorie: Senza categoriaCommenti disabilitati

Prima giornata della nostra fiera del libro presso la mansarda delle nuove scuole elementari di Tesserete !
Siamo aperti fino a sabato prossimo.
Giovedì e venerdì dalle 16.30 alle 18.00,
Sabato dalle 9.30 alle 11.30 e dalle 14 alle 17.00!

Inoltre giovedì alle 16.30 ci sarà la narrazione di alcuni racconti e sabato alle 14.30 il gruppo confabula presenterà un racconto tradizionale.
A seguire una presentazione delle nostre attività in Rwanda ed una merenda!

image image image image

7 maggio 2016

Fiera del libro

di giacomob — Categorie: Senza categoriaCommenti disabilitati

FIERA – MERCATO DEL LIBRO DI SECONDA MANO

dal 18 al 21 maggio 2016

presso la Mansarda, nuova scuola di Tesserete

 Proponiamo una vasta scelta di libri per bambini, ragazzi e adulti.

 

Schermata 2016-05-07 alle 20.33.17

IL RICAVATO SARÀ INTERAMENTE UTILIZZATO PER LA COSTRUZIONE DI UNA SCUOLA MEDIA NEL VILLAGGIO DI MASAKA, RWANDA.

Con il contributo di:

Schermata 2016-05-07 alle 20.35.07 Schermata 2016-05-07 alle 20.35.13 Schermata 2016-05-07 alle 20.35.20 Schermata 2016-05-07 alle 20.35.32 Schermata 2016-05-07 alle 20.35.38 Schermata 2016-05-07 alle 20.35.46 Schermata 2016-05-07 alle 20.35.53 Schermata 2016-05-07 alle 20.35.59

 

 

7 maggio 2016

Istituto Scolastico Lamone Cadempino

di giacomob — Categorie: Senza categoriaCommenti disabilitati

20160502_154227149_iOS

L’associazione Manishimwe ringrazia di cuore

l’ISTITUTO SCOLASTICO LAMONE CADEMPINO

per aver donato al nostro progetto il ricavato del mercato del libro che si è tenuto presso la sede SE di Lamone.

Il 2 maggio abbiamo avuto il piacere di presentare la nostra associazione agli allievi ed ai docenti. Un bellissimo momento.

 

4 aprile 2016

Fiera del libro Sguardo con Sguardo – terza edizione

di giacomob — Categorie: Senza categoriaCommenti disabilitati

Raccolta di libri e fumetti usati per bambini e ragazzi

Fiera del libro – Sguardo con Sguardo

Terza edizione

 

Dopo il buon successo ottenuto gli scorsi anni, anche quest’anno l’associazione Manishimwe  riproporrà la fiera del libro Sguardo con Sguardo dal 18 al 21 maggio presso la mansarda delle nuove scuole di Tesserete.

(Il programma dettagliato con orari e giorni d’apertura verrà comunicato in seguito).

 Per questo ci permettiamo nuovamente chiedere in regalo libri e fumetti usati per bambini e ragazzi allo scopo di allestire una fiera – mercato del libro.

Il ricavato della fiera sarà interamente utilizzato dall’associazione Manishimwe per la costruzione di una scuola media in Rwanda.

Chi avesse dei libri da donare può contattare Natalina Wuethrich Baruffaldi via e-mail: natalina@gn3.ch o telefonare allo 0763732634.

19 marzo 2016

Breve riassunto del nostro progetto

di giacomob — Categorie: Senza categoriaCommenti disabilitati

Di seguito ecco un breve testo che cerca di riassumere l’attività della nostra Associazione

Manishimwe è un nome proprio che, in lingua kinyarwanda, significa “benedetta da Dio”.
Nell’estate 2009, la piccola Manishimwe (chiamata in seguito Nicole) è giunta, per adozione, in Svizzera.
Il suo villaggio natale è Masaka, in Rwanda.
Per riconoscenza, amore e rispetto verso la sua terra di origine, si è voluto creare un’associazione avente lo scopo di collaborare con la comunità di Masaka nello sviluppo umano, sociale e educativo.
L’associazione è nata il 22 novembre 2011.

Masaka è una regione collinare situata a circa 20 kilometri da Kigali, la capitale del Rwanda. Non esiste un villaggio vero è proprio ma si tratta di una vasta distesa di abitazioni sparse su tutto il territorio. Masaka conta attualmente circa 30.000 abitanti, di varia estrazione sociale. La maggior parte è però costituita da famiglie che dipendono essenzialmente dall’agricoltura e dal piccolo commercio da essa derivato.
Il tasso di povertà è molto elevato e, il rapido sviluppo socio-economico che il Rwanda sta vivendo, mette in luce ancor di più le difficoltà date dall’estrema povertà della maggior parte della popolazione.

L’associazione Manishimwe ha come referente a Masaka la comunità delle suore dell’Apostolato cattolico (pallottine), comunità che ha sede a Roma e che è caratterizzata da una vocazione missionaria in diverse regioni del Terzo Mondo.
Persone di contatto per noi sono:
– Suor Marta Litawa, economa regionale
– Suor Liberata Niyongira, Madre Superiore
– Suor Cecile Bimenyimana, direttrice della scuola di Masaka

Al momento del nostro primo contatto con la comunità, essa gestiva una scuola dell’infanzia che contava circa 250 allievi.
Da anni vi era l’esigenza di costruire anche una sede di scuola elementare. I bambini che terminavano l’asilo non avevano infatti la possibilità di continuare la scolarizzazione in prossimità del villaggio.
In Rwanda vi è una grossa differenza di qualità fra scuole pubbliche e private.
La scuole pubbliche dispongono di mezzi limitati: i docenti sono sottopagati, le infrastrutture non sono adeguate ed il numero di allievi per classe è troppo elevato per garantire a tutti una formazione di base.
Abbiamo così iniziato a studiare la possibilità di realizzare il progetto per la sede di scuola elementare.
Grazie al grosso impegno della comunità delle suore nella raccolta fondi ed al supporto dell’Associazione Manishimwe, nel mese di dicembre 2013 è iniziato il cantiere per la costruzione dello stabile.
Si tratta di un edificio con 12 aule di classe (in Rwanda le scuole elementari vanno dalla 1a alla 6a, con l’idea di avere due classi per ogni anno nella nostra struttura), un’aula docenti, una biblioteca, servizi igienici e cisterne per la raccolta dell’acqua piovana.
All’inizio dell’anno scolastico 2015 (l’anno scolastico va da gennaio a ottobre) l’edificio è stato inaugurato con le prime quattro classi.
Attualmente, marzo 2016, la scuola conta 8 classi, dalla 1a alla 4a per un totale di circa 320 allievi.
Secondo la pianificazione, fra due anni dovremmo raggiungere la piena occupazione, cioè 12 classi di SE per un totale di circa 400 allievi.

Non bisogna poi dimenticare che la comunità gestisce anche la preesistente scuola dell’Infanzia e questo porta il numero totale dei bambini che attualmente frequentano la scuola di Masaka a 607, seguiti da 20 docenti, un segretario e una direttrice.

L’Associazione Manishimwe, oltre a fornire supporto finanziario alla scuola, si reca ogni anno sul posto almeno 1-2 volte all’anno per seguire l’evoluzione del progetto, scambiare consigli ed idee con direzione e docenti.

La nostra scuola elementare vanta alcuni punti che vogliono differenziarla da altre strutture presenti in Rwanda:

– Costi di scolarizzazione accessibili e fino a tre volte meno cari di altre scuole private.
Un allievo di SE paga 270 CHF l’anno
Un allievo di SI paga 210 CHF l’anno
Va poi rilevato come, e questo è un punto molto importante, molti allievi non sono in grado di pagare la retta ma vengono lo stesso accolti proprio perché la scuola deve e vuole innanzitutto avere un aspetto caritatevole.
– Durante la pausa del mattino viene offerto ai bambini un pasto a base di sorgo che per alcuni è l’unica certezza alimentare quotidiana.
– Nel pomeriggio, mentre le altre scuole sono chiuse, vengono organizzate lezioni di recupero e attività varie (sportive, teatrali, artistiche…) frequentate da tutti gli allievi.

Attualmente il progetto è quindi in una fase di forte crescita e con il pensiero stiamo già valutando le prossime tappe.

Innanzitutto si vuole cercare di rendere la scuola autonoma dal punto di vista finanziario, la scuola dovrebbe riuscire a gestire il proprio budget senza aiuti esterni.
Le fonti di reddito sono appunto la scolarizzazioni degli allievi e proventi da varie attività. Ad esempio la scuola ha creato un gruppo di danza tradizionale che può esibirsi su richiesta per feste e manifestazioni.

Prossimo grande progetto in cantiere è poi la realizzazione di una sede di Scuola Media da costruire accanto a quella di SE. Calcolando che gli allievi di 4a elementare fra due anni avranno terminato il ciclo SE, a gennaio 2019 potrebbero potenzialmente continuare la formazione presso la nostra struttura.

Per quanto riguarda la raccolta di fondi in Svizzera, l’Associazione Manishimwe organizza regolarmente delle attività rivolte soprattutto ai bambini ed alle famiglie. Fra queste segnalo mercatini dell’usato, fiere del libro, giornate stile luna park, spettacoli, lotterie, mercatini di artigianato africano…
Per noi è importante oltre alla raccolta di fondi l’educare alla sensibilità verso chi è più in difficoltà.

© 2017 Associazione Manishimwe Tutti i diritti riservati - Modalità Mobile - Powered by WordPress and Wallow - Buon divertimento!