5 luglio 2015

5 luglio – Masaka

di giacomob — Categorie: Senza categoriaCommenti disabilitati

Cari amici di Manishimwe,

mese di luglio, mese di Rwanda. Eccoci a Masaka per rinnovare il rapporto di amicizia con la comunità delle suore pallottine e per supervisionare l’avanzamento del nostro progetto di collaborazione nella gestione della scuole elementare.

Durante questo viaggio abbiamo alcuni obiettivi importanti da perseguire:

1) Procedere con la costruzione di una nuova cisterna per la raccolta dell’acqua piovana finanziata grazie ai 7000 che ci sono stati donati dal comune di Capriasca grazie al centesimo di solidarietà. In Rwanda, pur essendo un paese molto verde, l’accesso all’acqua è molto difficile. L’altezza media del paese che si avvicina ai 2000 metri, rende molto difficoltosa la realizzazione di un sistema idrico efficace in quante le falde si trovano a valle. La raccolta dell’acqua piovana in grandi cisterne è quindi una risorsa fondamentale. Con una cisterna collegata alle canalizzazioni della scuola si potrà evitare lo spreco dell’acqua piovana che cade durante la stagione delle piogge ed avere così una riserva per il resto dell’anno.

2) Verificare il rispetto del budget previsto per l’anno scolastico 2015 che si aggira attorno ai 98.000 CHF. In questa cifra sono compresi gli stipendi dei 18 docenti, il materiale, l’acquisto del sorgo e dello zucchero per il porridge, il personale di servizio, le tasse di elettricità… Il tutto per un totale di circa 540 bambini. Il nostro obiettivo è quello di rendere la scuola finanziariamente autonoma nell’arco di cinque anni. Fino a quel momento l’associazione Manishimwe si occuperà di aiutare a colmare parte del deficit. In questo senso è per noi molto importante il contributo di 10000 CHF donatoci dall’associazione Adiuvare. Questo soldi serviranno proprio a sostenere la gestione corrente della scuola. Attualmente la principale fonte di introito è la tassa di iscrizione scolastica che però pochi allievi sono in grado di pagare. La scuola ha finalmente ottenuto dallo stato l’autorizzazione definitiva ad esercitare. Il dossier elaborato a febbraio è stato accettato senza riserve!

3) Molto importante è ovviamente anche il nuovo contatto di Nicole con la sua terra natale. Sia lei sia Nathan sono molto felici.  Ieri siamo andati in un villaggio sulle montagne (Tumba) a conoscere i genitori di Suor Goretti. Dato che suor Goretti è colei che ha trovato ed accudito Nicole (e le ha dato il nome Manishimwe), in pratica ha conosciuto i suoi nonni rwandesi…

Ecco alcune immagini di questi primi giorni a Masaka…

© 2017 Associazione Manishimwe Tutti i diritti riservati - Modalità Mobile - Powered by WordPress and Wallow - Buon divertimento!